skip to Main Content

Topic: Sindrome della capanna…addio

Con la serata del 22 agosto, al varo della Summer School Amministratori (in stile dantesco,  ma ci fermeremo all’Inferno…nulla più!), daremo l’addio alla “sindrome della capanna”, giusto per usare una metafora. Seguiranno altri attracchi. Ci fermeremo il tempo che serve sul bilancio sociale piuttosto che su wikimonuments, sull’animazione digitale piuttosto che sulla nuova mediateca fuori di sé…Spetterà a ciascuno di noi scegliere la rotta più adatta. Il percorso, iniziato settimane fa su questo sito, transiterà fisicamente a San Pellegrino Terme per 2 giorni ma, per i partecipanti che lo desidereranno, offrirà opportunità successive con nuove stanze di lavoro.

Intanto cominciamo a riflettere sul “sentiment” di questo percorso. Prendiamo spunto da una delle voci più attestate sul marketing per le biblioteche. Anna Busa, specialista di marketing & digital strategy, docente al dipartimento di beni culturali di Ravenna,  la scorsa estate tratteggiava una prima, piccola analisi sulle impressioni degli utenti verso le biblioteche e i suoi lavoratori durante la pandemia. Una lettura a questo post può essere interessante per capire se anche noi, dopo 12 mesi, ci sentiamo un po’ gemelli dei risultati di quella indagine, oppure se ne siamo diventati fratelli maggiori.

In aggiunta vi sottoponiamo questo word cloud che raccoglie le impressioni di un gruppo di bibliotecari ad un corso di aggiornamento di qualche mese fa proprio con Anna Busa. E’ uno spunto. In realtà tenteremo di disegnare la nostra  “nuvola” personale. Attendiamo prima i risultati di questa imminente “vacanza”.

A cura di Viviana Vitari, bibliotecaria, Biblioteca comunale “Lanfranco da Albegno” di Treviolo

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top