skip to Main Content

La voce degli amministratori: Scanzorosciate

Assessore alla Cultura, Biblioteca e Promozione del Territorio dal 2014, Angela Vitali è anche presidente dell’Ente Turistico Terre del Vescovado dal 2016 del Comune di Scanzorosciate (BG).

  • Che ruolo ha oggi la biblioteca? Che cosa potrebbe diventare in futuro?
[Angela Vitali] A Scanzorosciate cultura e turismo sono legati indissolubilmente e la biblioteca è l’anello che collega questi due mondi.  L’ufficio Cultura e Promozione del Territorio, infatti, è situato presso la biblioteca “Elsa Morante”. Organizza e promuove le attività culturali e ricreative, le occasioni di formazione permanente, il turismo culturale e responsabile, l’educazione alla pace e agli stili di vita sostenibili, l’intercultura, oltre  naturalmente alla normale attività di biblioteca: prestito, consultazione, promozione alla lettura, reference, navigazione internet gratuita. Abbiamo un patrimonio di circa 40.000 libri – 15.000 per ragazzi – a scaffale aperto, in aggiornamento costante grazie agli acquisti settimanali e alla revisione semestrale di tutte le collezioni. Riguardo al futuro, spero di trovare nella Summer School spunti e idee per implementare nuovi servizi alla cittadinanza.

  • Per la ripartenza dopo la pandemia il digitale, in tutte le sue forme e varianti, può trovare nelle biblioteche un luogo ideale e diventare un richiamo per le fasce d’età più giovani che, forse, sono quelle che più mancano nelle biblioteche …
[Angela Vitali] In effetti quella dei giovani (scuole superiori e universitari) è la fascia d’età che meno attinge ai servizi della biblioteca e che meno partecipa alle iniziative culturali proposte dal Comune. Molti universitari frequentano la biblioteca quotidianamente per lo studio individuale, ma raramente si servono del prestito o di altri servizi. Sicuramente riuscire ad attirare la loro attenzione e coinvolgerli attivamente nella progettazione di nuovi servizi sarebbe una sfida avvincente. Se il digitale può essere d’aiuto in questo senso, siamo aperti alla scoperta di nuove strategie e strumenti utili.

  • Perchè partecipare alla Summer School? Che cosa si aspetta un Amministratore da un’esperienza simile?
[Angela Vitali] Ciò che mi aspetto dalla partecipazione della Summer School è di ricevere stimoli relativamente alle possibilità di sviluppo di nuovi servizi, digitali e non, che possano rendere la Biblioteca un luogo sempre più frequentato anche da fasce di cittadini che abitualmente non vi si recano. Sarà interessante, inoltre, conoscere altri amministratori, ascoltare le loro esperienze e raccontare la nostra.

  • Qual è il progetto nel cassetto che ha sempre voluto realizzare?
[Angela Vitali] Il mio sogno nel cassetto è la realizzazione del Museo del Vino di Scanzorosciate e della bergamasca nel centro storico di Scanzo. Abbiamo ottenuto i finanziamenti, ma non sono ancora arrivati, perciò il progetto di riqualificazione di una porzione del centro storico è in stand by.  Non sarà solo un museo. Sarà uno spazio polifunzionale per conferenze, show cooking, mostre, una caffetteria socio-culturale, uno spazio che unirà cultura e turismo.

Intervista a cura di Laura Barazzetti, Bibliotecaria, Biblioteca di Levate

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top